Riflessione

I metodi sismici a riflessione consentono di studiare profondità ben più consistenti rispetto alla rifrazione e, soprattutto, di individuare anche zone caratterizzate da diminuzione della velocità. Sicuramente più impegnative ma di qualità decisamente superiore nelle ricostruzioni stratigrafiche e individuazione di disturbi tettonici.

Possibili applicazioni

  • Profili stratigrafici e spessore degli strati
  • Definizione delle valli nel bedrock
  • Determinazione della profondità della roccia
  • Individuazione zone di faglia e fratture
  • Mappatura profilo del substrato roccioso
  • Stima movimenti terra
  • Individuazione di vuoti, grotte, doline, dilavamenti
  • Misura dello spessore totale dei depositi
  • Determinazione dello spessore dello strato di copertura
  • Calcolo Bulk, taglio e Moduli di Young e coefficiente di Poisson
  • Modellazione stratigrafica 2D e 3D
  • Determinazione della profondità della falda
  • Determinazione della profondità delle discariche

Esempi applicativi

 

[catlist thumbnail=no name=”Riflessione sismica”]